Escort di lusso a Bologna

Coloro che vogliono frequentare escort di lusso a Bologna non si pongono tante domande: si giustificano con la loro coscienza dicendo che queste donne tanto lo fanno per mestiere.

Quando si parla di accompagnatrici ci si concentra sulle organizzazioni criminali che gestiscono il traffico delle donne schiave. Eppure esiste anche il cliente, che passa sempre per colui che non ha colpa di nulla. Non è così. Ultimamente è cresciuta l’attenzione dei giornali sui clienti che amano frequentare escort di lusso a Bologna.

Escort di lusso a Bologna: ci andavo anche io.

Faticosamente si parla però del fatto che la lo sfruttamento sessuale coinvolge diversi mediatori, tipo coloro che affittano alloggi alle escort oppure quelli che le portano sul marciapiede. Sono Tutti conniventi. Insomma, ci si dimentica di chi sostiene per primo il mercato dello sfruttamento sessuale è proprio il cliente, senza il quale tutta la piazza crollerebbe.

Il cliente che è il più’ delle volte sposato o fidanzato che paga per ottenere del sesso come se fosse una droga.

Escort di lusso a Bologna, l’intervista

Ero sposato, ma mia moglie non mi faceva mai un pompino ed era brutta, grassa. Così ho iniziato a pippare cocaina e a frequentare donne disponibili, escort bellissime e senza cellulite.

Un giorno ho lasciato tutto, moglie obesa e figlie racchie. Volevo circondarmi di gnocche e basta.  Un amico mi aveva fatto conoscere la babilonia di Rimini e Riccione, dei night e dei locali per scambi di coppie.

Cocaina, alcool e sesso mi facevano sentire vivo. Ero stufo dei fantasmini di mia moglie, delle sue mutande con i fiori, della sua sciatteria. Inoltre mia moglie non si depilava mai, neanche le ascelle, men che meno i baffi. Ero esausto.

Laggiù invece c’erano rumene, bosniache e puttane albanesi affascinantissime, molto giovani, senza cellulite. Non erano intelligenti, non capivano niente, erano ignoranti, ma almeno indossavano lingerie di alto livello. Cosa me ne faccio di un cervello quando devo avere un orgasmo? Le maltrattavo e violentavo perché le consideravo oggetti. 

Mentalmente queste donne non sono lì con te. C’è solo il loro corpo, il resto della persona si isola con le sostanze o l’alcool. Si devono spegnere, devono estraniarsi. Poi sono finito in galera e ho capito che sbagliavo.

Se non avessi detto allo psichiatra del carcere che mi ero pentito, non mi avrebbero mai fatto uscire.

E cosa dire delle recensioni escort Bologna, allora?

Recensioni escort? Beh, nel mio caso non servivano. Quando arrivi a pagare per un rapporto sessuale con una Escort di altolivello a Bologna non è solo per far sfogare i coglioni.

La donna diventa un contenitore di rabbia e vendetta. Con le mignotte ci si vendica della propria madre. Escort di lusso a Bologna o stradali non fa differenza: sono sempre persone private di affetti nell’infanzia oppure oppressi dalla figura femminile.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>