sex surrogate

Sex surrogate: chi sono?

Dalle nostre parti siamo abituati a delle definizioni precise: una escort di lusso a Milano, o una accompagnatrice di alto livello a Firenze che dir si voglia, è una bellissima ragazza che vende il proprio splendido corpo in cambio di denaro.

Da noi le cortigiane pubblicano annunci escort lusso su siti specializzati in incontri per adulti.

Negli Stai Uniti le cose, come al solito, si complicano. Esistono le “sex surrogate

Le “Sex surrogate”: meno della escort ma più della sessuologa.

Kate è americana, è una bella donna, fa sesso, viene pagata per questo ma non è una accompagnatrice. Cosa sarà mai?

Kate aiuta gli uomini con problematiche psichiche e sessuali a liberare la libido che è repressa in loro a causa di insicurezze, di disistima, di false credenze su di sé, di una educazione altamente punitiva.

Mettiamo un po’ di ordine: una terapista sessuale, una sex surrogate, è una donna che aiuta gli altri a conoscere il proprio corpo e il piacere che da esso se ne può trarre.

La sex surrogate lavora a stretto contatto con il sessuologo che le prepara una sorta di tabella di marcia sulla quale lavorare con il cliente.

La gente non riesce ancora a capire la differenza che esiste tra Kate ed una escort di lusso a Rimini. Io aiuto i miei pazienti a liberarsi dai mostri della loro mente e che rendono le loro vite sessuali un incubo.

Kate guarisce, non solo gli uomini, ma anche le donne, le lesbiche, i trans, le persone vergini a 40 anni.

Spiegaci come si svolge un colloquio con un cliente.

Durante la prima seduca si cerca di rompere il ghiaccio. È un incontro conoscitivo ma fatto da nudi. Entrambi ci spogliamo.

Ci raccontiamo cosa ci piace e cosa non ci piace del mostro corpo. Molti vengono da me quando a 50 anni capiscono di non essere più giovani, quando perdono i capelli, quando spuntano i primi peli pubici bianchi o grigi.

I clienti mi raccontano anche la storia delle loro cicatrici, ma il momento più interessante avviene quando insieme scopriamo zone erogene mai conosciute prima.

La stragrande maggioranza degli uomini non fa sesso perché teme di avere il pene troppo piccolo.

Negli incontri che vengono dopo, finalmente fare sesso?

Beh, non subito. Prima di farci sesso devono aspettare almeno 6 mesi

Lavori anche con donne trans e coppie?

Certamente. Ho insegnato a una lesbica depressa che detestava il proprio corpo grasso e sfatto, ad accettare il suo corpo. Dopo la mia terapia ha trovato una fidanzata e ora si stanno per sposare.

Ho curato i problemi di un uomo trans (era una donna prima della transizione) insegnandogli ad usare il pene finto, quello che i chirurghi gli avevano costruito chirurgicamente.

Lavoro anche con le coppie, per esempio ne incontrai una sposata da anni. La moglie però provava ribrezzo nel fare una fellatio al marito.

A questa donna ho insegnato come fare un pompino al suo sposo. Io lo facevo, lui si divertita, lei osservava i miei movimenti, fino a quando non li ha imparati.

Lavori mai con uomini vergini?

Certamente, sono così teneri ed impacciati. Hanno dei gravi problemi on la propria sessualità. Una volta che si sbloccano succede un miracolo: piangono, mi abbracciano e mi ringraziano.

Hai un marito, un fidanzato? E cosa pensa del tuo lavoro?

Beh, il mio compagno di una vita è il sessuologo che m segue, non poteva essere altrimenti. Per noi è scienza, psicoterapia, non certo prostituzione. Noi salviamo le persone da una vita triste e senza piacere. Siamo dei benefattori a tutti gli effetti.

Qual è il tuo obiettivo come partner surrogata? Cosa speri di lasciare ai tuoi clienti alla fine delle sedute?

Spero che nei siti di recensioni escort scrivano che esistiamo anche noi e non solo le accompagnatrici di lusso o le luxury escorts

 

Stranezze sul sesso che non conoscevi

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>